comitato per la Rappresentanza Etnica di Lombardia a cominciare dal Regolamento Municipale del Comune di Milano deliberato il 14 aprile 2016 a rigore della Convenzione UNESCO 17 ottobre 2003 (32nd ) ratificata il 27 settembre 2007 (legge n.167) e dalla regione Lombardia il 23 ottobre 2008 legge n.27 vale a dire rappresentanza delle comunità di lingua autòctona denominate indigenous communities alla Conferenza UNESCO del 13 dicembre 2022

a cura di Mario Venturini primo Rapporteur per Milano e Lombardia alla Decade internazionale sulla Protezione delle Lingue indigene/autòctone nella Conferenza del 13 dicembre 2022 presso la sede UNESCO a Parigi associando la missione di the provisional Committee of Lumbard and Mailander Language

qui gli ultimi documenti presentati alla decade internazionale di protezione delle lingue indigene/autòctone presso UNESCO

link ai nostri documenti sulla pagina UNESCO

PROGRAMMA DELLA DECADE INTERNAZIONALE UNESCO SULLA PROTEZIONE DELLE LINGUE INDIGENE/AUTOCTONE 2022-2032 (idil)

qui nelle lingue ufficiali
global action plan of the international decade of indigenous languages
plan d'action mondial de la décennie internationale des langues autochtones
plan de acciòn global del decenio internacional de las lenguas indìgenas
plano de ação global de década internacional das lìnguas indìgenas

vale a dire protezione dei mille dialetti di questo pianeta ivi compresa la lingua lombarda e il dialetto milanese

i documenti presentati per la Lombardia sono 37 fino al 24 giugno 2023 di cui 16 in lingua inglese e 21 in lingua volgare oltre ai due indici
.

La carta n.10 nel Atlante UNESCO delle Lingue in pericolo (qui di sopra) dichiara la Lingua Lombarda per 3.500.000 cittadini ma molto probabilmente siamo circa il doppio se non di più... parlandola ogni giorno in almeno venti "modi" tradizionali e cioè alla bergamasca, comasca, cremasca, cremonese, pavese, novarese, lecchese, lodigiana, mantovana, bresciana, ma anche alpina, prealpina, trentina, ladina, grigiona, ossolana, orobica, brianzola, bustocca... ed ovviamente anche a la milanesa,

son le cosidette "parlate indigene" o meglio quelle degli aborigeni, cioè di "quei che stan sul posto fin dalla origine del posto" e che la tramandano di generazione in generazione senza essere ammaestrati da nessuno, per millenni e millenni ed ovviamente fin dalla più antica preistoria,

nulla a che vedere con quelle neolatine, chè difatti son "lingue romanze" nel dominio linguistico di Alpi e Altaitalia ben presentate nella decade di protezione UNESCO dai nostri primi documenti, pubblicati tra il 22 aprile e il 13 dicembre 2022 quando si riunisce a Parigi la Conferenza inaugurale del decennio con i delegati d'ogni parte del mondo: dai Maori della Nuova Zelanda agli Esquimesi, ai Bantù e agli Zulù, dai Navajo ai Làpponi ai Tibetani e compresi ovviamente anche i Busecconi.

Tutti i 16 documenti fin'ora presentati dal primo Rapporteur per Milano e Lombardia (Mario Venturini) sono come sempre aggiornati sul Rapporto presentato alla precedente Conferenza UNPO tenutasi a L'Aja DenHaag dal 3 al 6 agosto 1991 presso la sede della Corte internazionale di Giustizia delle Nazioni Unite

...a rigore delle Convenzioni 21 dicembre 1965 (A/Res.2106) e 16 dicembre 1966 (A/Res.2200) ratificate nel 1975 e 1977 oltre alla Convenzione 27 giugno 1989 (ilo 75th C169) che ancora non era in vigore nè ratificata e più tardi la Convenzione UNESCO 17 ottobre 2003 (ich 32nd) ratificata nel 2007 dalla Repubblica italiana.

elenco dei documenti presentati alla UNESCO dal 22 aprile al 13 dicembre 2022 per la decade idil:

due (2) per la rivendicazione legale, oltre agli allegati per la normativa e la legislazione;
sette (7) sull'uso esclusivo del dialetto in una istituzione sociale indigena, come il calendario;
quattro (4) sulle parole tipiche del dialetto nel Dominio Romanzo di Alpi e Altaitalia;
quattro (4) sulle origini della parlata che si usa in Lombardia e in tutto l'hinterland Alpino.

Gli obiettivi della decade UNESCO per la protezione delle lingue indigene/autòctone sono:

1. creare condizioni positive per l'uso, la conservazione, la rivitalizzazione e promozione,
2. assicurare la maggiore coscenza della diversità linguistica,
3. assicurare il riconoscimento legale delle lingue indigene/autòctone a tutti i livelli,
4. assicurare l'uso e integrazione delle lingue indigene ampliandone lo scopo funzionale,
5. assicurare il sostegno finanziario, umano ed istituzionale all'uso delle lingue indigene;

gli obiettivi sono dichiarati a pag. 14 e 17 del Piano di Azione UNESCO Global Action Plan sulle lingue indigene/autòctone distribuito nelle poche lingue ufficiali e disponibile anche nel internet ricopiando questo indirizzo elettronico https://unesdoc.unesco.org/ark:/48223/pf0000383844

dove ci sono quattro PDF ...in inglese Global action plan of the international decade of indigenous languages, in francese Plan d'action mondial de la décennie internationale des langues autochtones, in spagnolo Plan de acciòn global del decenio internacional de las lenguas indigenas, in portoghese Plano de ação global da década internacional das lìnguas indìgenas.

:

Le pagine che seguono illustrano per sommi capi l'iter giuridico di protezione...
a norma del piano di azione
UNESCO organizzato per i prossimi dieci anni e divulgato nelle poche lingue ufficiali
sempre a rigore della Convenzione
UNESCO del 17 ottobre 2003 sul patrimonio culturale intangibile (intangible cultural heritage) coi documenti da noi presentati nel programma decennale sulle lingue indigene/autòctone (idil 2022-2032) a protezione dell'identità storica e delle tradizioni come voluta al Art.2 del sopradetto Regolamento Municipale di Milano:

qui la misura normale della mappa n.10 nel Atlante UNESCO delle Lingue in pericolo.

questi materiali sono estratti dal Rapporto sullo stato giuridico e sull'assetto territoriale di Alpi e Altaitalia RASG presentato alla Conferenza UNPO del 6 agosto 1991 presso la sede della Corte internazionale di Giustizia delle Nazioni Unite a L'Aja/denHaag sulla Prevenzione dell'uso della Forza da parte degli Stati contro i Popoli che sono sotto il loro governo (da The Committee of Alpine free States and Altaitalia Representative Acting Committee) qui a cura di Mario Venturini primo Rapporteur per Milano e Lombardia alla "UNESCO international decade of indigenous languages" dal 22 aprile 2022 indirizzo elettronico di questa pagina www.mediolanum.club ridisegnata il 9 luglio 2017 e aggiornata il 10 aprile 2023

[pagina index] [pag 1 istanza] [pag 2 burocrazia] [pag 3 tradizione] [pag 4 rappresentanza] [pag 5 censimento] [pagine di archivio]

a parte i cookies del servente... su questo sito-internet noi NON usiamo inserire nel vostro computer alcun tipo di cooky cocker o cimice per lo spionaggio elettronico out the server on this internet-site we DO NOT use cookies or other bugs to spy your computer