pagina a cura di Mario Venturini primo Rapporteur per Milano e Lombardia presso il programma decennale UNESCO per le lingue indigene dal 2022 al 2032 the international decade of indigenous languages a rigore della Convenzione UNESCO 17 ottobre 2003 (32nd ) ratificata il 27 settembre 2007 (legge n.167) e dalla regione Lombardia il 23 ottobre 2008 legge n.27 in applicazione del Regolamento Municipale Comune di Milano 14 aprile 2016

PAGINE DI ARCHIVIO
[
index] [isoglosse] [unesco]

a cura di Mario Venturini
primo Rapporteur per Milano e Lombardia presso
UNESCO international decade on indigenous languages dal 6 maggio 2022
acting deputy director di the Committee of Lumbard and Mailander Language

(in questa pagina la traduzione dei primi documenti consegnati alla UNESCO dalla inaugurazione del 22 aprile 2022)

Con le parole "indigenous languages" s'intende per l'UNESCO il linguaggio dialettale ovvero le lingue originali usate dagli "indigeni" le genti del posto, che in molti casi sono invece aborigeni cioè quei che stan sul posto fin dalla origine del posto, vale a dire lingue preistoriche antichissime come è il caso dei dialetti lombardi... che difatti non sono confondibili coi dialetti degli immigranti barbari giunti quaggiù colle armi in pugno... e non per costruire strade ponti acquedotti fognature o biblioteche ma per razziare le nostre derrate alimentari incendiando tutto il resto.

Una certezza che le parlate "lumbard" siano originali ed incompatibili sia con le lingue latine, che tedesche e jugoslave, è che noi non usiamo le declinazioni come usano loro... e nemmeno esiste un solo relitto linguistico di quelle usanze nei nostri dialetti. Altrettanto vero è che le nostre parlate siano incompatibili coi dialetti degli immigranti galli/celti perchè noi usiamo un calendario in dodicesimi come si contano le pertiche (nel sistema duodecimale) e con due solstizii consecutivi a 365/366 giorni, una cosa impossibile per i Celti, che usano 355 giorni all'anno alternati con 385 giorni e quindi non ripetono mai la Data dell'anno precedente.

L'organizzazione delle Società barbariche e quindi la loro mentalità è chiaramente incompatibile con la nostra matematica, il nostro palinsesto linguistico e la nostra mentalità, mentre le loro tracce archeologiche nel nostro hinterland sono troppo recenti per poter essere all'origine di qualsiasi cosa: lo vediamo negli scavi profondi della ferrovia Metropolitana Milanese, oltre che nel Calendario Campestre ancora in uso o ricordato in tutto l'hinterland Alpino e Cisalpino.

La descrizione del nostro Calendario Campestre è quindi il primo documento che abbiamo presentato all'UNESCO tralasciando mille vocabolari pressochè inutili... perchè quasi tutti descrivono una parlata corrotta, com'è usata dalla classe dirigente, non di certo la parlata e l'usanza della popolazione. Avremo tempo di ispezionare i pochissimi vocabolari utili ma prima è necessario descrivere i calendari utili perchè sono gli attrezzi con cui si organizzano le Società civili moderne o preistoriche.

---------

Pubblichiamo in questa pagina "provisional" una traduzione delle tabelle e dei diagrammi oltre che delle mappe o carte geografiche, mentre i primi documenti interi si possono già leggere sulle pagine internet UNESCO come condensati dal Rapporto presentato nella Conferenza del 1991 presso la sede della Corte di Giustizia delle Nazioni Unite a L'Aja/denHaag.

Si noti che nel programma UNESCO tutti i documenti vengono resi disponibili "in rete" a tutte le popolazioni partecipanti e per ragioni di opportunità devono essere scritti in una delle poche lingue ufficiali (inglese francese spagnolo russo e cinese) anche se possono esser sempre accompagnati dalla lingua indigena proteggibile dalla Convenzione UNESCO del 17 ottobre 2003 e quindi nel nostro caso in un dialetto lumbard come il milanese e il cremonese o il comasco e il bergamasco ma anche in lingua volgare come stiamo scrivendo qui.

Alla Data di oggi 21 ottobre 2022 abbiamo depositato una dozzina di documenti (ma non tutti sono stati corretti nella ortografia e grammatica inglese) mentre in questa pagina possiamo anticipare la versione italiana di tabelle, mappe e diagrammi, come tradotti dall'inglese al volgare o ai dialetti.

---------

documento n.1a del 18 maggio 2022 INDEX (4 pagine)
con una mappa del hinterland di Alpi e Altaitalia e indice del Calendario Campestre

L'hinterland preistorico delle parlate lombarde è ovviamente quello Alpino tra il Rodano e il Danubio fino alle isole adriatiche. Col tempo tradurremo anche le scritte su questa mappa ma il suo contenuto è comunque evidente in qualsiasi lingua: nel hinterland di Alpi e Altaitalia l'unico nome di popolazione è Lombardia, compatibile con la Storia di oltre un millennio ma anche compatibile con la descrizione degli esploratori Romani (usando altro nome) almeno tremila anni orsono...

mappa di William Shepherd pubblicata nel 1911 e nelle edizioni del 1923-26
archiviata dalla Perry-Castaneda Library Map Collection nella Biblioteca della Università del Texas
http://www.lib.utexas.edu nella
historical section
http://www.lib.utexas.edu/maps/historical/ e tra le
mappe di W. Shepherd
http://www.lib.utexas.edu/maps/historical/shepherd/
all'indirizzo elettronico http://www.lib.utexas.edu/maps/historical/shepherd/europe_w_asia_n_africa.jpg

altra mappa con la scritta Plain of Lombardy qui by Richard Andree in 1895 dalla collezione di
cartografia e antiche mappe nel David Rumsey Archive
www.davidrumsey.com pubblicata a Londra da The Times Atlas

---------

L'indice del Rapporto sul Calendario Campestre...

---------

documento n.2a del 21 maggio 2022 TOTEM POLES (4 pagine)
con due tabelle di totem e tabù ed elenco di prowerbis e distanze

---------

documento n.2b del 27 maggio 2022 TIMEKEEPING (13 pagine)
con tabella di effemeridi e totem per 365 giorni

---------

documento n.2c del 30 maggio 2022 TWIN SEASONS (5 pagine)
con due tabelle degli azimut gemelli

---------

documento n.2d del 30 maggio 2022 PENTAETERIKOI (2 pagine)
con tabella duodecimale, nundinale e pentaeterikoi

---------

documento n.2e del 4 giugno 2022 DISTANCES (5 pagine)
con diagramma della distanza per quattro stagioni

---------

documento n.2f del 2022
(non ancora revisionato)

---------

documento n.2g del 6 giugno 2022 FIFTYSIXTHS (2 pagine)
con tabella dei cinquantaseiesimi

---------

documento n.2h del 8 giugno 2022 TWELFTHS (2 pagine)
con tabella dei dodicesimi

---------

documento n.3a del 10 giugno 2022 ISOGLOSSES (2 pagine)
con mappa linguistica del Consiglio Nazionale delle Ricerche CNR

---------

documento n.3b del 12 giugno 2022 THE DOLOMITES (2 pagine)
con ritaglio della mappa CNR per le dolomiti

---------

documento n.3c del 30 luglio 2022 ENVIRONMENT (7 pagine)
con tabelle CNR dei dialetti e le mappe AIS di latte/letto

---------

documento n.3d del 4 agosto 2022 NIEGHBOURHOOD (3 pagine)
con due tabelle di parole lombardo-ladine e grigioni

---------

documento n.3e del 8 agosto 2022 LANGOBARDIA (7 pagine)
con cinque mappe medioevali e cronologia dei Comuni

---------

documento n.3f del 23 agosto 2022 IDIOSYNCRASIES (8 pagine)
con due mappe archeologiche di Milano e cronologia del bronzo e ferro

---------

documento n.3g del 21 settembre 2022 WHEN (6 pagine)
con mappa delle piante coltivate, cronologia del pleistocene, mappa di G. Rohlfs

---------

documento n.3h del 2022
(non ancora revisionato)

---------

a cura di Mario Venturini primo Rapporteur per Milano e Lombardia (6 maggio 2022) alla "UNESCO international decade of indigenous languages" indirizzo elettronico di questa pagina www.longobardia.eu aggiornata il 21 ottobre 2022 [index] [isoglosse] [unesco] [in alto] a parte il servente in questa pagina-internet noi NON usiamo inserire nel vostro computer alcun tipo di cukis cocker cookies o altri tipi di volgari cimici per lo spionaggio elettronico sure on this site we DO NOT use cookies or other strange bugs to spy your computer or electronic equipment