La chiesa a pianta latina a tre navate, divisa da sette pilastri congiunti da arcate a sesto acuto, con transetto.
Le navate sono coperte da volte a crociera, all’incrocio fra la navata e il transetto, sorge il tiburio o torre lanterna.
Detto tiburio non è l’originale perché fu distrutto da un fulmine nel 1595.
La facciata doveva avere un portico; il portale presenta colonnine addossate.
L’arco sulla porta è interrotto da un architrave decorato da un grandioso mosaico, opera di marmorai romani.
Nella facciata un mirabile rosone formato da 24 colonnine coronate da archetti acuti.

 

Hosted by www.Geocities.ws

1