Descrizione:
-----"Barnabè Roberto "----------------------------- ---------------------SPECIAL di EVANGELICI E MALATTIA---------------------------------"SIAMO PRONTI PER LA MORTE ?".............................................................................. ("Come dice l'inno Italiano").................................................................--------------------------------------------------------------------- L'inno di Mameli
...Per chi non la conosce... per chi non se la ricorda mai ... per averla a portata di mano.. per tutti
 cliccare due volte su play per ascoltare l'inno nazionale
 


 

FRATELLI D'ITALIA
(versione originale)
- Inno di Mameli o Il Canto degli Italiani -
Scritto nell'autunno del 1847
divenuto l'inno nazionale della Repubblica Italiana.
il 12 ottobre 1946

 
Fratelli d’Italia
L’Italia s’è desta
Dell'elmo di Scipio
S’è cinta la testa
Dov’è la Vittoria?
Le porga la chioma
Ché schiava di Roma
Iddio la creò.  

Stringiamci a coorte
Siam pronti alla morte
Siam pronti alla morte,
L’Italia chiamò.
Stringiamci a coorte, siam pronti alla morte.
Siam pronti alla morte,
l'Italia chiamò!

Noi siamo da secoli
Calpesti, derisi,
Perché non siam popolo,
Perché siam divisi.
Raccolgaci un’unica
Bandiera, una speme:
Di fonderci insieme
Già l’ora suonò.

Stringiamci a coorte
Siam pronti alla morte
Siam pronti alla morte,
L’Italia chiamò.
Stringiamci a coorte, siam pronti alla morte.
Siam pronti alla morte,
l'Italia chiamò!

Uniamoci, amiamoci,
L’Unione, e l’amore
Rivelano ai Popoli
Le vie del Signore;
Giuriamo far libero
Il suolo natìo:
Uniti per Dio
Chi vincer ci può?

Stringiamci a coorte
Siam pronti alla morte
Siam pronti alla morte,
L’Italia chiamò.
Stringiamci a coorte, siam pronti alla morte.
Siam pronti alla morte,
l'Italia chiamò!


Dall’Alpi a Sicilia
Dovunque è Legnano,
Ogn’uom di Ferruccio
Ha il core, ha la mano,
I bimbi d’Italia
Si chiaman Balilla
Il suon d’ogni squilla
I Vespri suonò.

Stringiamci a coorte
Siam pronti alla morte
Siam pronti alla morte,
L’Italia chiamò.
Stringiamci a coorte, siam pronti alla morte.
Siam pronti alla morte,
l'Italia chiamò!

Son giunchi che piegano,
Le spade vendute:
Già l’Aquila d’Austria
Le penne ha perdute.
Il sangue d’Italia,
Il sangue Polacco,
Bevé, col cosacco,
Ma il cor le bruciò.

Stringiamci a coorte
Siam pronti alla morte
Siam pronti alla morte,
L’Italia chiamò.
Stringiamci a coorte, siam pronti alla morte.
Siam pronti alla morte,
l'Italia chiamò!
 


home page

Hosted by www.Geocities.ws

...............O DOBBIAMO PREPARARCI ALLA MORTE? evangitalia : Messaggio: Prepararsi alla morte?
bobevangelopark... · [email protected] | Iscritti al gruppo  - Modifica iscrizione Crea un gruppo | I miei gruppi
evangitalia · Evangelici riformati di lingua italiana

Suggerimenti

Lo sapevi che...
Puoi leggere i messaggi direttamente nel sito Web del Gruppo?

Messaggi

  Messaggi Aiuto
Avanzata
Prepararsi alla morte?   Elenco di messaggi  
Rispondi | Inoltra Messaggio #4552 di 4557 |

Prepararsi alla morte?

Sono stato in questi ultimi giorni al capezzale di un fratello in fede che sta morendo per una malattia inguaribile. I sedativi che gli erano somministrati mi hanno reso quasi impossibile comunicare con lui. Ho passato però del tempo con lui e gli ho letto dei Salmi appropriati. Un credente questo lo apprezza. Ho passato poi tempo altrettanto importante con la sua famiglia e con sua moglie, pure credente, che deve affrontare questi momenti molto pesanti. Abbiamo letto e riflettuto su testi della Scrittura ed abbiamo pregato.

Quanto è importante prepararsi alla morte! Il minimo che si possa dire è che un titolo simile: "Prepararsi alla morte", faccia "uno strano effetto" a molta gente oggi. Oggi non si parla volentieri della morte (benché le cronache ne siano ogni giorno piene) e poi, dalla nostra propria morte, è un pensiero che si tende ad allontanare dalla propria consapevolezza, salvo ad "esorcizzarlo" con pratiche superstiziose... Dato che, però, la vita è molto incerta per tutti anche oggi (basta poco per vedercela togliere a causa di incidenti e malattie), sarebbe solo saggio pensarci mentre ne abbiamo la possibilità e prepararci.

Benché priva di una qualsivoglia speranza la psicologia contemporanea prepara alla morte e pure fa molto del bene (vedi qui un articolo sugli Hospice). Altri si compiacciono delle loro infondate fantasie sulla vita dopo la morte. I cristiani, però, fondando la loro sapienza sulla rivelazione di Dio in Gesù Cristo, possono non solo avere "intelligenza" sulla morte e sull'aldilà, ma anche, finché ne sono in tempo, preparano il loro futuro dopo la morte disponendosi a fare quei passi che l'Evangelo richiede per poter essere salvati dalle tragiche conseguenze temporali ed eterne di ciò che Dio considera peccato.

In ogni caso i nostri antenati nella fede cristiana riformata erano più saggi di noi e si preparavano alla morte. Ecco perché desidero qui riproporvi ciò che Luigi Baily (Lewis Bayly, nato nel 1631), ardente puritano, scrive al riguardo nella "Pratica di pietà" (1613). Queste traduzioni sono in via di elaborazione e per questo sono ancora contenute in un mio wiki.

Vedi anche la copia integrale di: La pratica della pietà, di L. Bayly

--
Paolo Castellina
Via principale, CH-7604 Borgonovo (GR)
Switzerland
Tel. (0041)81-8221069 [casa]
(0041)78-6900801 [mobile]
(0041)52-5268074 [a computer acceso]
http://www.riforma.net [Italiano]
http://refuge.wikispaces.com [English]

Mar 11 Set 2007 6:33 pm

"Paolo Castellina" <[email protected]>
evangitalia2000
Offline Offline
Invia email Invia email
Invita su Yahoo! 360° Invita su Yahoo! 360°

Inoltra Messaggio #4552 di 4557 |
Espandi messaggi Autore Disponi per data

Prepararsi alla morte? Sono stato in questi ultimi giorni al capezzale di un fratello in fede che sta morendo per una malattia inguaribile. I sedativi che gli...
Paolo Castellina
evangitalia2000
Offline Invia email Invita su Yahoo! 360°
11 Set 2007
6:44 pm

... fede che ... Ho passato ... credente ... la sua ... questi momenti ... ed ... dire è che ... effetto" a ... le ... morte, è un ... salvo ad ... vita...
amebo43
Offline Invia email Invita su Yahoo! 360°
11 Set 2007
9:10 pm
Avanzata

Copyright © 2007 Yahoo! Tutti i diritti riservati.
Yahoo! e la tua privacy - Condizioni generali di utilizzo del servizio - Linee guida - Aiuto

 
Hosted by www.Geocities.ws

---------------------------------------------Prepararsi alla morte? Sono stato in questi ultimi giorni al capezzale di un fratello in fede che sta morendo per una malattia inguaribile. I sedativi che gli erano somministrati mi hanno reso quasi impossibile comunicare con lui. Ho passato però del tempo con lui e gli ho letto dei Salmi appropriati. Un credente questo lo apprezza. Ho passato poi tempo altrettanto importante con la sua famiglia e con sua moglie, pure credente, che deve affrontare questi momenti molto pesanti. Abbiamo letto e riflettuto su testi della Scrittura ed abbiamo pregato. Quanto è importante prepararsi alla morte! Il minimo che si possa dire è che un titolo simile: "Prepararsi alla morte", faccia "uno strano effetto" a molta gente oggi. Oggi non si parla volentieri della morte (benché le cronache ne siano ogni giorno piene) e poi, dalla nostra propria morte, è un pensiero che si tende ad allontanare dalla propria consapevolezza, salvo ad "esorcizzarlo" con pratiche superstiziose... Dato che, però, la vita è molto incerta per tutti anche oggi (basta poco per vedercela togliere a causa di incidenti e malattie), sarebbe solo saggio pensarci mentre ne abbiamo la possibilità e prepararci. Benché priva di una qualsivoglia speranza la psicologia contemporanea prepara alla morte e pure fa molto del bene (vedi qui un articolo sugli Hospice). Altri si compiacciono delle loro infondate fantasie sulla vita dopo la morte. I cristiani, però, fondando la loro sapienza sulla rivelazione di Dio in Gesù Cristo, possono non solo avere "intelligenza" sulla morte e sull'aldilà, ma anche, finché ne sono in tempo, preparano il loro futuro dopo la morte disponendosi a fare quei passi che l'Evangelo richiede per poter essere salvati dalle tragiche conseguenze temporali ed eterne di ciò che Dio considera peccato. In ogni caso i nostri antenati nella fede cristiana riformata erano più saggi di noi e si preparavano alla morte. Ecco perché desidero qui riproporvi ciò che Luigi Baily (Lewis Bayly, nato nel 1631), ardente puritano, scrive al riguardo nella "Pratica di pietà" (1613). Queste traduzioni sono in via di elaborazione e per questo sono ancora contenute in un mio wiki. Vedi anche la copia integrale di: La pratica della pietà, di L. Bayly -- Paolo Castellina............................................................................................................................................................................................... DOBBIAMO PREGARE PER LA GUARIGIONE?............................ Carissimo pastore Castellina, Riguardo alla tua esperienza al capezzale di un fratello che sta morendo non pensi che sarebbe stato utile pregare per la sua guarigione? Chi sarebbe costui che può dire se un uomo è agli ultimi giorni della sua vita? suppongo il dottore secondo la sua conoscenza medica,ma tanto grande quanto possa essere è pur sempre molto limitata. Solo Dio conosce realmente quando è arrivato l'ultimo momento per ciacuno di noi, perciò io penso che sia nostro dovere pregare fino all'ultimo istante di vita per la guarigione del nostro fratello. Poi per morire c'è sempre tempo. Non è detto che dobbiamo morire per forza per una malattia. Si puo anche morire serenamente di vecchiaia, o anche serenamente quando il Signore ci chiama a sè. Ma finchè c'è vita c'è speranza, e non può essere un misero uomo tanto erudito che possa decretare quanti giorni di vita restano a un uomo da vivere. Per quello che io leggo nalla Parola di Dio, Colui che ha creato il nostro corpo e ci ha dato la vita, non solo è capace di guarire qualsiasi infermità, ma è anche capace di risuscitare perfino i morti. E il nostro Signore Gesù Cristo non è ancora cambiato, perchè Egli rimane lo stesso Ieri, Oggi e per Sempre. Dio ti benedica grandemente. Fr. Sebastiano. I Forum di Evangelici.net - cosa succede,dopo la morte?
 
RSS I forum di evangelici.net, il tuo punto d'incontro nella rete. Virtuale nella forma, reale nei contenuti... Crc.fm
Home Page Rubriche Servizi Community Partners Help
 
 
 
StrumentiStrumenti forum: Ciao robertofaentino, hai 1 messaggio/i. RegolamentoRegolamento  RSSRSS
NotizieUltime notizie:
Media e fedeMedia e fede:
AggiornamentiAggiornamenti:
In libreriaNovità editoriali:
SponsorSponsor:
    
Indice Indice Help Help Cerca Cerca Utenti Utenti Calendario Calendario Modifica profilo Profilo Notifica Notifica Log Out Log Out
   I Forum di Evangelici.net
   Dottrina, storia ed esegesi biblica (partecipazione riservata a chi si identifica con i punti di fede di evangelici.net)
   Dottrina e riflessioni bibliche
(Moderatori: andreiu, Asaf)
   cosa succede,dopo la morte?
« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Pagine: 1 2 3  ...  8 · vai in fondo · Rispondi Rispondi Create+Poll Create+Poll Abilita notifica Abilita notifica Invia il Topic Invia il Topic Stampa Stampa
   Autore  Topic: cosa succede,dopo la morte?  (letto 1495 volte)
viandante
Simpatizzante
**


W questo FORUM!!!

   
E-Mail Instant Message

Posts: 23
cosa succede,dopo la morte?
« Data del Post: 10/26/06 alle ore 16:53:37 »
Rispondi con quote Rispondi con quote Modifica Modifica

scusate,ma sono molto confuso su questo tema,perchè alcuni passi dicono che non si va da nessuna parte, masi dorme,mentre in alcuni sembra che ci sia la vita dell'anima, quindi alla luce della parola di Dio che cosa ne viene fuori?
Loggato
Elijah
Membro familiare
****


Che cos'è l'uomo perché tu lo ricordi?

   
Instant Message

Posts: 829
Re: cosa succede, dopo la morte?
« Rispondi #1 Data del Post: 10/27/06 alle ore 01:15:08 »
Rispondi con quote Rispondi con quote Modifica Modifica

Si reputa che un tempo secondo l'Ebraismo, le persone morivano e basta. Fine. (Dalla polvere sei stato creato, e polvere tornerai ad essere).
Una persona continuava a vivere - diciamo - tramite la sua discendenza. Infatti non essere fertili, in grado di procreare, era considerata una cosa assai negativa (castigo divino, ecc.).
 
Con il passare dei secoli, venne a crearsi l'idea secondo la quale, alla fine dei tempi, Dio, avrebbe resuscitato dai morti, corpo e anima assieme, tutti coloro che erano stati fedeli a lui, per vivere in un nuovo cielo e una nuova terra, di pace e armonia, per i secoli dei secoli.
 
Ai tempi di Gesù, semplificando parecchio, i Sadducei non credevano a questa resurrezione finale, in quanto si affidavano solo (o soprattutto) alla Torah - cioè al Pentateuco, in altre parole i primi cinque libri della Bibbia, quelli più importanti per un ebreo -, dove è praticamente assente un qualsiasi genere di riferimento a tale resurrezione, che Dio avrebbe alla fine dei tempi fatta.
 
D'altra parte, c'erano i farisei, che oltre alla Torah, davano anche molta rilevanza ai Salmi e ai Profeti, con la particolarità, che loro si tramandavano la Torah orale dal tempo di Mosé, e davano molto importanza anche ad essa, oltre che alla Torah scritta.
Ebbene, considerando l'Antico Testamento nel suo insieme, più la Torah orale, non si può non accorgersi ad un riferminento alquanto chiaro ad una risurrezione dei morti alla fine dei tempi, che Dio compierà secondo giustizia. Per questo motivo, i farisei credevano nella risurrezione finale. Ma fino ad allora, alla fine dei tempi, tutti morivano, e restavano morti, nel regno dei morti. Senza pensieri, o ricordi, o pene da subire, ecc.
 
Poi c'erano molte altre correnti ancora, che ora non affronto.
 
Nel Cristianesimo, le cose variano un po' a seconda di chi ascolti, se cattolico, ortodosso, o protestante, ecc.
 
I cattolici parlano di inferno, purgatorio e paradiso; gli ortodossi e i protestanti in genere solo di inferno e paradiso. Secondo i Testimoni di Geova l'inferno è semplicemente la morte seconda, cioè, dopo la risurrezione finale con appresso il giudizio di Dio, chi è stato empio, scompare nel nulla, smette di esistere per sempre, mentre i giusti, erediteranno il Regno di Dio, in pace, per i secoli dei secoli.
Ecc.
 
Poi, uscendo dal binomio Ebraismo-Cristianesimo, abbiamo le più svariate concezioni.
In Oriente, la storia viene vista non in modo lineare come dalle nostre parti (con un inizio e una fine), bensì come un ciclo eterno, senza mai inizio e senza mai fine   (eterna). Insomma, avrai di certo già sentito parlare di reincarnazione, o no?
 
Oppure, abbiamo anche filosofi (atei-agnostici), come Epicuro, che sostenevano semplicemente la seguente cosa:
 
La morte, il più atroce di tutti i mali, non esiste per noi. Quando noi viviamo la morte non c'è, e quando c'è lei non ci siamo noi. Non è nulla né per i vivi né per i morti. Per i vivi non c'è, i morti non sono più. Invece la gente ora fugge la morte come il peggior male, ora la invoca come requie ai mali che vive.
(Epicuro)
 
Insomma, seguendo le parole di Epicuro... per quale motivo dovremmo occuparci della morte? Pensa al tuo presente, e a fare bene adesso.
Loggato

Un giorno senza sorriso è un giorno perso. (Charlie Chaplin)
agata
Membro familiare
****


Io so che il mio redentore vive

   
E-Mail Instant Message

Posts: 428
Re: cosa succede,dopo la morte?
« Rispondi #2 Data del Post: 10/27/06 alle ore 06:52:18 »
Rispondi con quote Rispondi con quote Modifica Modifica

Quale conclusione triste! Penso, che questa risposta rende ancora più confusi alla domanda cosa succede dopo la morte.
 
L'incertezza della vita e l'inevitabile morte, sono due elementi di concetto basilare della esistenza umana.
 
La morte non è sicuro un tema piacevole. Però è un punto di partenza che ci porta a riflettere.
 
Mosé scrisse:" Insegnaci a contare i nostri giorni, che acquistiamo un cuor savio." Salmo 90,12
 
Cosi è saggio riflettere su che cosa avviene dopo la morte, prima magari che sarà troppo tardi.  Dobbiamo avere l'assoluta certezza, prima che suoni la nostra ultima ora.
 
Assoluta certezza? certo! non di meno. La bibbia, la sacra scrittura ci indica la via e ci dà una risposta che cosa avviene dopo la morte. La bibbia è l'unica parola ispirata dal Dio creatore. Vuole dire che in esse c'è l'alito di Dio e quindi è vivente.
 
Perché la bibbia? La bibbia si distingue in 5 carretteri diversi dalle altre sacre scritture che esistono nel mondo.
 
1 Il cristianesimo non è una filosofia.
2 non è esperienza mistica
3 non è pratica esoterica
4 non è basata su dogmi
5 è radicata saldamente sul fondamento storico
 
È sorprendente come milioni di gente comunamente intelligenti sono pronti di andare nell'eternità con meno informazione come se comprassero una televisione o un frigorifero.
 
Per rispondere cumunque direttamente alla domanda di viandante vorrei citare le parole di Gesù sofferente sulla croce, prima che moriva egli disse queste parole al ladrone penitente:
 
" Io ti dico in verità che oggi tu sarai con me in paradiso." Luca 23.43
 
Giovanni 11,25
Io sono la risurrezione e la vita, chi crede in me, anche se muore, vivrà e ciunque vive e crede in me, non morrà in eterno.
 
il primo verso ci indica che saremo subito dopo la morte con Gesù in paradiso. Il secondo è la promessa che anche se moriamo vivremo.  
 
Fin qui è la nostra speranza come credenti. Non posso a fare a meno di dire: "Grazie Signore, per questa meravigliosa certezza e promessa!"
 
per adesso devo andare.
 
saluti Ciao
Loggato
viandante
Simpatizzante
**


W questo FORUM!!!

   
E-Mail Instant Message

Posts: 23
Re: cosa succede,dopo la morte?
« Rispondi #3 Data del Post: 10/27/06 alle ore 13:51:13 »
Rispondi con quote Rispondi con quote Modifica Modifica

scusate,se si in paradiso ci si va subito,che bisogno c'è allora della resurrezione? Paolo dice parlando di Davide che lui è ancora la in terra e che aspetta la venuta di Gesù che lo riporterà in vita e poi ancora è scritto : L'anima che pecca,quella morrà e poi ancora in passo Davide dice:non sono i morti che lodano l'Eterno,ne alcuno di quelli che scendono nel luogo del silenzio Salmo 115-17.
Poi Gesù quando risorge dice a Marta o Maria non ricordo dice: non mi toccare perchè non sono ancora salito al Padre mio Giovanni 20-17;
quindi io penso che Gesù disse: Io ti dico oggi,tu sarai con me in paradiso,cioè è una promessa chew ti faccio adesso che tu sari con me,ma non subito ma al suo ritorno.
Scusate ma non cerco altro che di capire
grazie
 Sorriso
 
Loggato
Elijah
Membro familiare
****


Che cos'è l'uomo perché tu lo ricordi?

   
Instant Message

Posts: 829
Re: cosa succede, dopo la morte?
« Rispondi #4 Data del Post: 10/28/06 alle ore 13:08:19 »
Rispondi con quote Rispondi con quote Modifica Modifica


Quote:
viandante scrive
non cerco altro che di capire

 
Guarda... prima di rispondere, vorrei chiederti una cosa:
 
Ma perché vuoi sapere cosa succede dopo la morte (nel futuro, il più lontano possibile)?
Ti è morta una persona cara? Sei preoccupata per te stessa, perché ammalata, o in crisi depressiva? O cos'altro ancora?
Insomma, per quale motivo ti interessa sapere cosa avverrà in futuro, e per quale motivo non pensi al tuo presente?
 
Non hai ancora compreso, che noi, viviamo sempre solo quest'ultimo, e basta?
Il futuro non ci riguarda... ci riguarda solo il presente. È nel presente che viviamo, come è nel presente che siamo invitati ad amare, a vivere in pace, ecc. ecc. Non di certo nel futuro, e nemmeno nel passato, bensì nel presente.  
 
Cosa capita dopo la morte, può interessare solo a chi ha paura di essa.  
È forse perché hai paura della morte, che vuoi sapere cosa capita dopo?
Ma dimmi, perché hai paura? E di cosa, esattamente?
 
L'inferno di fuoco e fiamme ti fa paura?
 
P.S.:
Tra le altre cose... non tutto ci è permesso di sapere.
Loggato

Un giorno senza sorriso è un giorno perso. (Charlie Chaplin)
viandante
Simpatizzante
**


W questo FORUM!!!

   
E-Mail Instant Message

Posts: 23
Re: cosa succede,dopo la morte?
« Rispondi #5 Data del Post: 10/28/06 alle ore 20:11:19 »
Rispondi con quote Rispondi con quote Modifica Modifica

x eliah,vedi non è per la paura della morte che mi intressa sapere cosa succede, ma è solo esclusivamente per il sapere ed è anche per un attegiamento mentale verso di essa,visto che la Bibbia parla della morte dal principio alla fine,allora che male c'è il voler sapere il dopo di noi cosa accadrà è una normale e umana curiosità no?poi che dobbiamo vivere l'oggi come Cristo ci ha insegnato è un'altra cosa,comunque il mio nick " viandante " significa che ho viaggiato per molti anni con l'induismo,con il buddismo,con jogananda,con krishnamurti per poi tornare al Cristianesimo ed in particolare a Gesù come un uomo che per tanti anni ha girato come in una mcina da mulino per poi ritrovarsi esattamente nello stesso luogo, e aver scoperto che fuori da Cristo non cè nulla e adesso alla tenera età di 60 anni, ho scperto la perla di gran valore,ma sono solo all'nizio.
Loggato
Asaf
Admin
*****


W questo FORUM!!! Dio ci Benedica

   
WWW E-Mail Instant Message

Posts: 2800
Re: cosa succede,dopo la morte?
« Rispondi #6 Data del Post: 10/28/06 alle ore 20:22:54 »
Rispondi con quote Rispondi con quote Modifica Modifica


on 10/28/06 alle ore 20:11:19, viandante wrote:
x eliah,vedi non è per la paura della morte che mi intressa sapere cosa succede, ma è solo esclusivamente per il sapere ed è anche per un attegiamento mentale verso di essa,visto che la Bibbia parla della morte dal principio alla fine,allora che male c'è il voler sapere il dopo di noi cosa accadrà è una normale e umana curiosità no?poi che dobbiamo vivere l'oggi come Cristo ci ha insegnato è un'altra cosa,comunque il mio nick " viandante " significa che ho viaggiato per molti anni con l'induismo,con il buddismo,con jogananda,con krishnamurti per poi tornare al Cristianesimo ed in particolare a Gesù come un uomo che per tanti anni ha girato come in una mcina da mulino per poi ritrovarsi esattamente nello stesso luogo, e aver scoperto che fuori da Cristo non cè nulla e adesso alla tenera età di 60 anni, ho scperto la perla di gran valore,ma sono solo all'nizio.

 
Meglio tardi che MAI fratello. Grazie Gesù.
« Ultima modifica: 10/28/06 alle ore 20:23:17 by Asaf » Loggato

Per una corretta esegesi biblica più che questione di testi e contesti è questione di testi e ...teste!
Elijah
Membro familiare
****


Che cos'è l'uomo perché tu lo ricordi?

   
Instant Message

Posts: 829
Re: cosa succede, dopo la morte?
« Rispondi #7 Data del Post: 10/29/06 alle ore 02:18:40 »
Rispondi con quote Rispondi con quote Modifica Modifica


on 10/28/06 alle ore 20:11:19, viandante wrote:

Ho viaggiato per molti anni con l'induismo, con il buddismo, con jogananda, con krishnamurti per poi tornare al Cristianesimo ed in particolare a Gesù come un uomo che per tanti anni ha girato come in una macina da mulino per poi ritrovarsi esattamente nello stesso luogo, e aver scoperto che fuori da Cristo non c'è nulla e adesso alla tenera età di 60 anni, ho scoperto la perla di gran valore, ma sono solo all'inizio.

Namasté.  Sorriso
Hai seguito Yogananda e Krishnamurti (quale poi? Jiddu, o U.G., o un altro ancora?), e consideri loro legati al Buddhismo e all'Induismo... Od oltre ad aver seguito questi due maestri spirituali recenti, ti sei cimentata con Indù e buddhisti "seri"?
Chiedo per curiosità.  Sorriso Sei libera di non rispondermi.
Trovo affascinante il tuo percorso, anche se mi dispiace sentirti dire (ma forse interpreto male io), che non sei stata in grado di acquisire quanto di buono c'era in quelle persone e/o insegnamenti. È un peccato.
 
Gesù il Nazareno, comunque, non ha effettivamente nulla da invidiare agli altri. Quanto disse e fece, è una base più che buona, per costruire e vivere una vita di pace, di amore, e soddisfazione. Cioè quanto uno desidera nella vita.
 
Ma onestamente, trovo anche molto affasciante, cosa dissero pure altri personaggi del passato di tutto rispetto, da Siddhartha Gautama a Miki Nakayama (una delle poche donne, se non l'unica, ad aver fondato una religione), da Lao Tze a Mahavira, da Confucio a Muhammad, ecc.
E diciamo, viaggiare per un tratto della propria vita con persone che abbracciano e hanno propri certi insegnamenti delle persone sopra elencate, non può che essere un arricchimento, sia per se stessi, che per gli altri. Senza che bisogna ad ogni costo, cambiare le proprie convinzioni, o la propria di fede.
 
Shalom
 
P.S.:
Missà che sei uomo... anche se ti scrivo come se tu fossi una donna (la viandante, in un altro forum, è una donna di mia conoscenza virtuale).
P.P.S.:
È solo Luca che può fare pensare, che ci sia già adesso qualcuno in Paradiso. Bene o male, tutti gli altri, parlano di una resurrezione di ogni umano alla fine dei tempi, giorno in cui Dio giudicarà gli abitanti della terra, e condannerà alla "morte seconda" gli empi, mentre alla "vita eterna" al fianco di Dio i giusti.
Fino ad allora, alla fine dei tempi, solo Luca - o quasi -, di nuovo, fa pensare che una persona ormai morta viva in uno stato consapevole in attesa (vedasi la storia di Lazzaro e il ricco). Più convincente è per me, però, pensare che fino alla risurrezione finale, uno se ne sta semplicemente addormentato, in attesa, del fatidico giorno del giudizio, in cui l'esito di tutti verrà deciso.
 
Questo, a grandi linee, è quanto troviamo nel Cristianesimo - dal mio personale e umile punto di vista.
Anche se Gesù diceva che alcuni non avrebbero assaggiato la morte... Nella lettera agli Ebrei si dice:  
 
Come è stabilito che gli uomini muoiano una volta sola, dopo di che viene il giudizio, così anche Cristo, dopo essere stato offerto una volta sola per portare i peccati di molti, apparirà una seconda volta, senza peccato, a coloro che lo aspettano per la loro salvezza.
(Ebrei 9:27-28 )
 
Dato che Gesù non è ancora tornato (tornerà alla fine dei tempi, al giudizio finale), si può intuire, come l'uomo sia e rimanga morto, fino a quel momento... in attesa della loro salvezza, per mezzo di Dio tramite Gesù.
Loggato

Un giorno senza sorriso è un giorno perso. (Charlie Chaplin)
agata
Membro familiare
****


Io so che il mio redentore vive

   
E-Mail Instant Message

Posts: 428
Re: cosa succede,dopo la morte?
« Rispondi #8 Data del Post: 10/29/06 alle ore 10:28:58 »
Rispondi con quote Rispondi con quote Modifica Modifica


on 10/27/06 alle ore 13:51:13, viandante wrote:
scusate,se si in paradiso ci si va subito,che bisogno c'è allora della resurrezione? Paolo dice parlando di Davide che lui è ancora la in terra e che aspetta la venuta di Gesù che lo riporterà in vita e poi ancora è scritto : L'anima che pecca,quella morrà e poi ancora in passo Davide dice:non sono i morti che lodano l'Eterno,ne alcuno di quelli che scendono nel luogo del silenzio Salmo 115-17.
Poi Gesù quando risorge dice a Marta o Maria non ricordo dice: non mi toccare perchè non sono ancora salito al Padre mio Giovanni 20-17;
quindi io penso che Gesù disse: Io ti dico oggi,tu sarai con me in paradiso,cioè è una promessa chew ti faccio adesso che tu sari con me,ma non subito ma al suo ritorno.Scusate ma non cerco altro che di capire
grazie Sorriso

 
Capisco la tua domanda. Anche perché dobbiamo basarci su ciò che ci dice la bibbia, è poco, ma abbiamo alcuni versi che ci svelano cosa succede dopo la morte.
 
La domanda logica che uno puo pensare è che quando muore, il corpo, l'anima se ne va in un sonno profondo.Hu?!?
 
Molti si basano sul verso 1.Tim.4, 13 - 15.  
 
Oa fratelli, non vogliamo che siate in ingnoranza circa quelli che dormono, affinché non siate contristati come gli altri che non hanno speranza. .....
 
 Poiché questo vi diciamo per parola del Signore: Che noi viventi, il quali saremo rimasti fino alla venuta del Signore, non precederemo quelli che si sono addormentati.......
 
Al contrario! La bibbia dice chiaramente, che l'anima dei morti sono pienamente coscienti. Questo lo dimostra il racconto del povero Lazzaro che morì e implorava Abramo anche esso morto. Luca 16, 19-31  
 
e in Apoc. 6, 9-11 le anime dei martiri cridano a Dio, domandando quando verrà vendicato il loro sangue...
 
Quando Paulo si trovò nel terzo cielo senti parole inesprimibili e non sapeva se era nel corpo o fuori del corpo. 2.Cor. 12,2-4
 
Nella bibbia la morte viene espressa come sinonimo per "addormentarsi". Mat.9,24, Giov.11.11, 1.Cor. 15,6 si riferisce al corpo e non all'anima e allo spirito. I salvati nel cielo sono in una condizione di beata consapevolezza alla presenza di Dio e aspettano la risurezione dei loro corpi che risposono in Gesù ancora nella tombe. 1.Tess. 4,14
 
Fin qui un po di risposte spero che ti abbiamo aiutato.
 
cordiali saluti nel Signore, agata
 
Loggato
Elijah
Membro familiare
****


Che cos'è l'uomo perché tu lo ricordi?

   
Instant Message

Posts: 829
Re: cosa succede,dopo la morte?
« Rispondi #9 Data del Post: 10/29/06 alle ore 11:38:34 »
Rispondi con quote Rispondi con quote Modifica Modifica


Quote:
Agata scrive
La bibbia dice chiaramente, che l'anima dei morti è pienamente cosciente.

Ehm... Puoi eventualmente sostenere che il Nuovo Testamento dice una cosa del genere, ma non l'Antico Testamento...
 
Sei polvere e in polvere ritornerai.
(Dio in Genesi 3:19)
 
Tutti vanno in un medesimo luogo; tutti vengono dalla polvere, e tutti ritornano alla polvere.
(Ecclesiaste 3:20)
 
Prima di venir creato, l'uomo non aveva alcuna anima, non aveva il soffio divino dentro di sé... Non era consapevole della sua situazione... E se uno torna dopo la morte in uno stato simile a quello originario, non credo che sia troppo difficile capire se c'è la possibilità di essere coscienti o meno, dopo la morte, di cosa accade prima della fine dei tempi.
 
I viventi infatti sanno che moriranno, ma i morti non sanno nulla; per loro non c'è più alcuna ricompensa, perché la loro memoria è dimenticata. Anche il loro amore, il loro odio e la loro invidia sono ormai periti... Tutto quello che la tua mano trova da fare, fallo con tutte le tue forze; poiché nel soggiorno dei morti dove vai, non c'è più né lavoro, né pensiero, né scienza, né saggezza.
(Ecclesiaste 9:5-6.10)
 
Ricòrdati che la mia vita è un soffio!
L'occhio mio non vedrà più il bene. Lo sguardo di chi ora mi vede non mi potrà più scorgere; gli occhi tuoi mi cercheranno, ma io non sarò più.
La nuvola svanisce e si dilegua; così chi scende nel soggiorno dei morti non ne risalirà; non tornerà più nella sua casa e il luogo dove stava non lo riconoscerà più.

(Giobbe 7:7-10)
 
Abbi pietà di me, o SIGNORE, perché sono sfinito; risanami, o SIGNORE, perché le mie ossa son tutte tremanti. Anche l'anima mia è tutta tremante; e tu, o SIGNORE, fino a quando...?
Ritorna, o SIGNORE, liberami; salvami, per la tua misericordia.
Poiché nella morte non c'è memoria di te; chi ti celebrerà nel soggiorno dei morti?
Io sono esausto a forza di gemere; ogni notte inondo di pianto il mio letto e bagno di lacrime il mio giaciglio. L'occhio mio si consuma di dolore, invecchia a causa di tutti i miei nemici.

(Salmo 6:2-7)
 
Anima mia, loda l'Eterno. Io loderò l'Eterno finché ho vita, canterò le lodi del mio DIO per tutta la mia esistenza. Non confidate nei principi né in alcun figlio d'uomo, che non può salvare. Quando il suo spirito se ne va, egli ritorna alla terra, e in quello stesso giorno i suoi progetti periscono.
(Salmo 146:1-4)
 
Ecc.
 
Insomma... tornando al N.T. ... Non credo che basti un passo nel Vangelo di Luca (quello su Lazzaro il povero), per sostenere certi tesi. Se è assente negli altri Vangeli (soprattutto Marco - quello più antico -, e Matteo) un riferimento simile, che possa confermare quanto troviamo in Luca, credo che sia più sensato arrivare a considerare quel passo in Luca, in modo simbolico, più che letterale.
L'Apocalisse è poi un discorso a parte, dato che è una rivelazione sui giorni finali...
Loggato

Un giorno senza sorriso è un giorno perso. (Charlie Chaplin)
Caleb
Visitatore

E-Mail

Re: cosa succede,dopo la morte?
« Rispondi #10 Data del Post: 10/29/06 alle ore 11:54:15 »
Rispondi con quote Rispondi con quote Modifica Modifica


on 10/29/06 alle ore 11:38:34, Elijah wrote:

Ehm... Puoi eventualmente sostenere che il Nuovo Testamento dice una cosa del genere, ma non l'Antico Testamento...
 
Sei polvere e in polvere ritornerai.
(Dio in Genesi 3:19)
 
Tutti vanno in un medesimo luogo; tutti vengono dalla polvere, e tutti ritornano alla polvere.
(Ecclesiaste 3:20)

 
Ma non si riferisce al corpo in questi passi Elijah.
 
Loggato
mErA
Membro familiare
****


Il Signore ci illumini il cammino

   
E-Mail Instant Message

Posts: 389
Re: cosa succede,dopo la morte?
« Rispondi #11 Data del Post: 10/29/06 alle ore 12:11:23 »
Rispondi con quote Rispondi con quote Modifica Modifica

La Bibbia (A.T. ed N.T.) parla chiaro, non c'è bisogno di ragionamenti strani e lunghi o di citare tutte le dottrine complicate basate su singole parole delle scritture.
 
Prima di Cristo, tutti i morti andavano nel "soggiorno dei morti" ovvero l'Ades. Nel Vengelo di luca troviamo un riferimento che ci fa capire che gli ebrei fedeli a Dio venivano portati lì ma non gli venivano inflitti tormenti, mentre gli altri uomini subivano le pene infernali.  
 
Dopo il sacrificio di Gesù e la consegna delle "chiavi del paradiso" alla Chiesa di Dio, i morti in Cristo vanno SUBITO in Paradiso (nn c'è traccia di purgatorio nella Bibibia) quelli che invece non credono in Gesù come loro salvatore, anche se in vita sono stati buonissimi, vanno all'Inferno (Ades o soggiorno dei morti).  
 
Alla fine dei tempi i morti in Cristo risorgeranno per primi, uscendo dal Paradiso, rientrando nei loro corpi trasformati, resi immortali e regneranno con il Signore mille anni. Al termine dei mille anni la terra sarà arsa, verranno creati nuovi cieli e nuova terra e tutti i morti nell'Inferno risorgeranno per essere giudicati SECONDO LE LORO OPERE (quindi stavolta anche senza la fede). Chi non ha creduto in vita e non si è nemmeno comportato bene verrà gettato in un lago di fuoco e zolfo (che non è l'Inferno, ma 1 altro luogo) mentre tutti gli altri vivranno per sempre nel nuovo pianeta.
Loggato

Per poco non inciampavano i miei piedi,
per un nulla vacillavano i miei passi,
perché ho invidiato i prepotenti,
vedendo la prosperità dei malvagi. (Salmo 73,2-3)
Elijah
Membro familiare
****


Che cos'è l'uomo perché tu lo ricordi?

   
Instant Message

Posts: 829
Re: cosa succede,dopo la morte?
« Rispondi #12 Data del Post: 10/29/06 alle ore 12:21:22 »
Rispondi con quote Rispondi con quote Modifica Modifica


on 10/29/06 alle ore 11:54:15, Caleb wrote:

Ma non si riferisce al corpo in questi passi Elijah.

 
Il mio allacciamento, era con la consapevolezza (come prima della vita si è inconsapevoli, lo si è anche dopo).
Questo indipendentemente dal fatto che l'anima possa sussistere o meno.
 
Poi, bisognerebbe definire questa "anima"... Etigologicamente parlando, il termine arriva dal latino "animus", che significa spirito, che a sua volta deriva dal greco "ànemos", che significa vento.
Cos'è quindi l'anima...? Si distingue dallo spirito di Dio, dal soffio vitale che Egli ci dà, o no?
 
Ezechiele 37 come lo interpreti?
 
La risurrezione in corpo e spirito cosa significa - secondo te?
Loggato

Un giorno senza sorriso è un giorno perso. (Charlie Chaplin)
Elijah
Membro familiare
****


Che cos'è l'uomo perché tu lo ricordi?

   
Instant Message

Posts: 829
Re: cosa succede,dopo la morte?
« Rispondi #13 Data del Post: 10/29/06 alle ore 12:48:16 »
Rispondi con quote Rispondi con quote Modifica Modifica


on 10/29/06 alle ore 12:11:23, mErA wrote:

Nel Vengelo di Luca troviamo un riferimento che ci fa capire che gli ebrei fedeli a Dio venivano portati lì ma non gli venivano inflitti tormenti, mentre gli altri uomini subivano le pene infernali.  
 
Dopo il sacrificio di Gesù e la consegna delle "chiavi del paradiso" alla Chiesa di Dio, i morti in Cristo vanno SUBITO in Paradiso. Quelli che invece non credono in Gesù come loro salvatore, anche se in vita sono stati buonissimi, vanno all'Inferno (Ades o soggiorno dei morti).

Questa mi appare una visione lucana del tutto, comprensibilissima.
Ma se ti chiedessi di argomentare quanto dici, alla luce del Vangelo di Marco, Matteo e Giovanni, (ma anche le lettere paoline) non so se saresti in grado di sostenere le stesse cose...  Occhiolino
 
Inutile poi dire, che non mi pare che esista un rifermimento del genere nell'A.T. (per quanto riguarda il primo passo da me citato). Quindi come fai a dire che gli ebrei finivano lì, o che almeno in questo credevano, è un mistero.
 

Quote:

Alla fine dei tempi i morti in Cristo risorgeranno per primi, uscendo dal Paradiso

Qui siamo passati all'Apocalisse...
Ehm... onestamente, non mi pare che Giovanni scriva da alcuna parte che i morti (in Cristo o no) usciranno dal Paradiso (!), per tornare in vita.  
Il tuo parere è influenzato da quanto scrive Luca.
 

Quote:

tutti gli altri vivranno per sempre nel nuovo pianeta.

Da quanto mi risulta, secondo l'Apocalisse, il paradiso è proprio questo nuovo mondo. (In quanto ci troviamo l'albero della vita [Ap. 22:2], che sta nel Paradiso di Dio [Ap. 2:7]).
 
Loggato

Un giorno senza sorriso è un giorno perso. (Charlie Chaplin)
agata
Membro familiare
****


Io so che il mio redentore vive

   
E-Mail Instant Message

Posts: 428
Q
« Rispondi #14 Data del Post: 10/29/06 alle ore 13:53:54 »
Rispondi con quote Rispondi con quote Modifica Modifica


on 10/29/06 alle ore 11:38:34, Elijah wrote:

Ehm... Puoi eventualmente sostenere che il Nuovo Testamento dice una cosa del genere, ma non l'Antico Testamento...
 
Sei polvere e in polvere ritornerai.
(Dio in Genesi 3:19)
 
Tutti vanno in un medesimo luogo; tutti vengono dalla polvere, e tutti ritornano alla polvere.
(Ecclesiaste 3:20)
 
Prima di venir creato, l'uomo non aveva alcuna anima, non aveva il soffio divino dentro di sé... Non era consapevole della sua situazione... E se uno torna dopo la morte in uno stato simile a quello originario, non credo che sia troppo difficile capire se c'è la possibilità di essere coscienti o meno, dopo la morte, di cosa accade prima della fine dei tempi.
 
I viventi infatti sanno che moriranno, ma i morti non sanno nulla; per loro non c'è più alcuna ricompensa, perché la loro memoria è dimenticata. Anche il loro amore, il loro odio e la loro invidia sono ormai periti... Tutto quello che la tua mano trova da fare, fallo con tutte le tue forze; poiché nel soggiorno dei morti dove vai, non c'è più né lavoro, né pensiero, né scienza, né saggezza.
(Ecclesiaste 9:5-6.10)
 
Ricòrdati che la mia vita è un soffio!
L'occhio mio non vedrà più il bene. Lo sguardo di chi ora mi vede non mi potrà più scorgere; gli occhi tuoi mi cercheranno, ma io non sarò più.
La nuvola svanisce e si dilegua; così chi scende nel soggiorno dei morti non ne risalirà; non tornerà più nella sua casa e il luogo dove stava non lo riconoscerà più.

(Giobbe 7:7-10)
 
Abbi pietà di me, o SIGNORE, perché sono sfinito; risanami, o SIGNORE, perché le mie ossa son tutte tremanti. Anche l'anima mia è tutta tremante; e tu, o SIGNORE, fino a quando...?
Ritorna, o SIGNORE, liberami; salvami, per la tua misericordia.
Poiché nella morte non c'è memoria di te; chi ti celebrerà nel soggiorno dei morti?
Io sono esausto a forza di gemere; ogni notte inondo di pianto il mio letto e bagno di lacrime il mio giaciglio. L'occhio mio si consuma di dolore, invecchia a causa di tutti i miei nemici.

(Salmo 6:2-7)
 
Anima mia, loda l'Eterno. Io loderò l'Eterno finché ho vita, canterò le lodi del mio DIO per tutta la mia esistenza. Non confidate nei principi né in alcun figlio d'uomo, che non può salvare. Quando il suo spirito se ne va, egli ritorna alla terra, e in quello stesso giorno i suoi progetti periscono.
(Salmo 146:1-4)
 
Ecc.
 
Insomma... tornando al N.T. ... Non credo che basti un passo nel Vangelo di Luca (quello su Lazzaro il povero), per sostenere certi tesi. Se è assente negli altri Vangeli (soprattutto Marco - quello più antico -, e Matteo) un riferimento simile, che possa confermare quanto troviamo in Luca, credo che sia più sensato arrivare a considerare quel passo in Luca, in modo simbolico, più che letterale.
L'Apocalisse è poi un discorso a parte, dato che è una rivelazione sui giorni finali...

 
In questo righe stai riportando i passi che riguardano il corpo quando muore. Quale confermo che è come dici tu con questi versi. Ma distoglie sempre dalla domanda che fece viandante. I versi che ho riportato parlano chiaramente dell'anima dopo la morte. L'apocalisse e Luca vale lostesso discorso.
 
In quanto all'ecclesiaste che fu scritto da salamone, sappiamo tutti  che declino ha avuto la sua fede e il suo regno verso la fine della sua vita. In oltre in quelle righe si capisce che oltre la nosta vita terrena, "nell'aldilà" non contano veramente più i nostri pensieri, ne la nostra saggezza, ne la nostra scienza. Questi fanno parte di questa vita terrena, l'ecclesiaste ci invita a usare tutte queste cose con tutta la nostra forza finche viviamo in questa terra, ma una volta lsciato questo corpo, nel Signore saremo ripieni della sua conoscenza e della sua gloria.
 
E da notare che l'anima è la sede della nosta personalità, della nostra volontà e dei nostri sentimenti. Mentre il corpo è il "rivestimento materiale" dell'anima, l'organo con quale riusciamo a comunicare con il mondo esteriore, è la nostra tenda di abitazione come dice Paolo. Mentre lo spirito e la parte che comunica con Dio.
 
« Ultima modifica: 10/29/06 alle ore 13:58:58 by agata » Loggato
Pagine: 1 2 3  ...  8 · torna su · Rispondi Rispondi Create+Poll Create+Poll Abilita notifica Abilita notifica Invia il Topic Invia il Topic Stampa Stampa

« Topic Precedente | Prossimo Topic »

Powered by YaBB 1 Gold - SP 1.4!
Forum software copyright © 2000-2004 Yet another Bulletin Board
    
Creative Commons License © 1996-2006 Evangelici.net - La Piazza Evangelica - P.IVA: 02070510967
Sito pubblicato con Licenza Creative Commons | Contatti | Home Page
Sostienici
Hosted by www.Geocities.ws

Evangelici.net - Ricerca avanzata
 
RSS
Home Page Rubriche Servizi Community Partners Help
 
 

Ricerca Avanzata

Questa pagina è accessibile dal menu "Help" oppure cliccando sull'immagine in cima ad ogni pagina.
Per ricercare all'interno del sito basta digitare il testo nella casella "Cerca nel sito" e premere il tasto "Invio".

Cerca nel sito o nel web
Google
 

Web

evangelici.net

musicacristiana.it


Motore di ricerca in tutti i siti evangelici (presenti nei Links):
Ricerca nei siti evangelici:
Ricerca nei soli nomi e descrizioni dei siti:

Motore di ricerca rapida degli Indirizzi:
Città:
C.A.P.:
Provincia:  oppure una regione:
 

Motore di ricerca del Forum:

Creative Commons License © 1996-2006 Evangelici.net - La Piazza Evangelica - P.IVA: 02070510967
Sito pubblicato con Licenza Creative Commons | Contatti | Home Page
Sostienici
Hosted by www.Geocities.ws

 GeoCities


Copyright © 2000- Yahoo! Inc. Tutti i diritti riservati.

------------------------------------------------------------ -----------------------------------------------------------

Hosted by www.Geocities.ws

1
1