Archivio dell'Altaitalia: Archivio Storico Geografico Civico Diplomatico Alpino e Cisalpino www.altaitalianationalarchives.eu www.altaitalia.org Milano

.

-. --.
- - - -
- - - -

.

Archivio dell'Altaitalia
Archivio Storico Geografico Civico Diplomatico Alpino e Cisalpino
per la Lombardia e tutto l'hinterland delle Alpi e Altaitalia
dalle Bocche del Rodano al Reno al Danubio alla Drava e a tutto il Quarnero oltre il 44° Parallelo Nord
(nome e marchio registrato a Milano nel Gennajo 1989)

-. --.
- - - -


l'indirizzo elettronico
del nostro sito-internet e' www.altaitalianationalarchives.eu
ed anche www.altaitalia.org
quando puo' capitare che il Server
si trovi sovraccarico di lavoro

calligrafia/ortografia riveduta e corretta
lunedì 14 otober 2013
non crediate sia scritta in italiano
tutt'al piu' e' una lingua romanza settentrionale
.


se siete lettori normali (!)
allora potrete leggere
questa pagina tutto d'un fiato.....
se invece siete inguaribilmente impazienti allora potete anche zampettare tra un titolo e l'altro usando le nostre
linkagioni qua sotto

index di questa pagina:
.
agricoltura tipica in europa
prototipi a stonehenge
.
nostra epoca villanoviana
ellissi preistoriche a milano
.
.
nostro indirizzo a milano:
.
email archivio altaitalia
telefono archivio altaitalia
.
allegati in questa pagina:
.
ellissi preistoria mappa
ellissi preistoria ELENCO
ellissi preistoria prototipi
.
cronologia della preistoria
cronologia del calendario
alle origini della cronologia
.
ellissi milano diametro
ellissi milano allineamento
ellissi milano azimut
ellissi milano urbanizzata
ellissi milano romanica
.
foto aerea milano via brisa
foto aerea milano la scala
.
cascina-pilota schema
cascina-pilota basic
cascine progetto PAGINA
.
stecca runica medioevale
stecca runica moderna
stecca runica preistorica.
.
linkagione per tornare alla pagina-indice:
.
altaitalia.eu/altaitalia.org.
.


pagine utili ma riservate ai nostri
amici e sottoscrittori
:
schisciate i Titoli per accedervi
.






Elenco Hinterlands in attivita'


-
-
-
-

.
venite con noi al prossimo Falo' nei giorni giusti del mese di giugno, agosto, settembre, dicembre, gennaio, febbraio, tutti gli anni in Lombardia

una scampagnata domenicale con una serata attorno al fuoco .....anche cun-t-un bel cul de polenta

un Faloo serve a marcare la Data dei Prowerbis Lombardi fissata migliaia di anni orsono nel nostro antico Calendario Preistorico che ancora oggi sopravvive in Lombardia e sulle Alpi e in Altaitalia con una serie di Parole, Prowerbi, Filastrocche, Fiabe, Canzoni, Giochi, Gesti e Rituali, Usanze e Cerimonie.....

tutti i Faloo estivi si tengono verso la fine di giugno intorno al (vecchio) solstizio d'estate dal 24 al 29 Giugno ma anche piu' in la' dalla pioggia di stelle a san Lowreens fino alla fine di agosto intorno a san Bertulamee per desarpaa e desmalgaa verso settembre

tutti i Faloo invernali sono collocati verso dicembre intorno al (vecchio) solstizio d'inverno ovvero nelle due settimane di santa Lucia dal 25 Nowembre al 13 Dicembre ma anche piu' in la' eppoi a gennaio/febbraio fino al Calandamarz di fine mese

non sono pochi
ma una volta erano di meno perche' (a parte la
memorizzazione del Calendario normale nella sua epoca normale) una Data puo' essere accidentalmente memorizzata anche quando la si trasferisce da un vecchio Calendario ad uno nuovo e (siccome lo abbiamo sempre fatto collettivamente ogni volta) poi diventa quasi impossibile far cambiare idea alla (nostra) intiera Societa'

nel nostro caso puo' essere avvenuto almeno cinque volte (5) nei trascorsi millenni

per cui oggi potete scegliere quale antica Data festeggiare oppure..... festeggiarle tutte e cinque

di solito scegliamo comunitariamente dove si andra' a parare nel Falo' successivo ed ovviamente ci sono posti adatti ad un Falo' nella neve ed altri posti piu' adatti al Falo' estivo in campagna e in montagna e perfino sulla spiaggia del mare

nell'arco dell'anno ne vale uno per tutti

e nell'arco dell'anno li visitiamo sempre tutti: voi potete benissimo capitare in quello che vi piace di piu' e ritornarci

.

.

tenete presente che tutti i Faloo e tutte le ricorrenze tradizionali "da contadini" ovvero le Date raccontate e sincronizzate nei "prowerbi" del cosidetto folklore popolare NON sono affatto stranezze da bifolchi o cianfrusaglie d'un lontano passato "agricolo" scomparso.....

TUTTO il Mondo vive ancora oggi di agricoltura

e sono sempre stati i normali Prowerbi del ciclo annuale a sincronizzare perfettamente TUTTA l'agricoltura..... hanno un ciclo annuale immutabile cioe' un ritmo ripetibile all'infinito (in giorni di Calendario) che si e' rivelato indistruttibile anche di fronte alla cosidetta societa' moderna

le loro Effemeridi conservano sempre la loro sincronizzazione sulla antica Data della loro attivazione..... per cui possiamo sapere facilmente in quale epoca precedente eravamo abituati a sincronizzare la nostra Societa' sulla loro piu' antica datazione.....

ovvero conoscere la Data di quando (nell'antichita') abbiamo incominciato

[index][europa][stonehenge][villanoviana][milano][email][telefono]

l'intera societa' e civilta' che abbiamo in Europa si basa completamente ancora oggi e da sempre sull'agricoltura (beninteso: sulla organizzazione tipica dell'agricoltura e non certo sulla razzia tipica che ne han sempre fatto i barbari) ovvero sul ritmo dell'agricoltura ovvero sugli usi e costumi della nostra antica agricoltura che e' sempre sincronizzata coi suoi antichissimi Prowerbis

per ora non stiamo vivendo a pastiglie di plastica.....
stiamo ancora mangiando
prosciutto crudo e formaggio grana e bevendo latte fresco e vino d'annata ogni giorno che passa

finquando abbiamo ancora erba da coltivare
(da secoli in Lombardia con le marcite si fanno sei tagli di erba all'anno) allora ci sono ancora le manze i vitelli e i vitelloni normali e quindi ancora una vita normale con bambini e bambine normali

e ci saranno sempre (e' ovvio) nessuno schiaccera' l'Europa

.

vale a dire che 250 milioni di Europei hanno vissuto e possono vivere e sopravvivere perche' esiste una agricoltura con un ritmo ferreo ed inossidabile OGNI giorno dell'anno TUTTI gli anni..... da migliaia di anni

quel ritmo sincronizzato con quei prowerbis e che ha sempre funzionato

e funziona ancora oggi perche' anche TUTTA l'industria e l'agricoltura moderna tirano avanti sempre con la medesima sincronizzazione: non e' che il meteo ed il segnale orario oppure il fisco la curia la scuola i treni gli ospedali avessero inventato un altro ritmo..... ma devono anch'essi accettare la sincronizzazione di Greenwich (valida in tutto il Mondo) che (senza modifica alcuna) ha per base ed anzi continua ancora oggi sempre quella stessa sincronizzazione che fino a poco fa era semplicemente..... proverbiale

in pratica la nostra societa' (presunta) moderna ha trasformato (tenta di trasformare) in relitto l'antica sincronizzazione ma poi se la ritrova nelle "radici" dell'attuale Calendario (il computo bisestile NON e' una invenzione del Giulio) e ne diviene perfino subordinata perche' di fatto Greenwhich la usa come sempre e vale per tutti

come sempre..... un prowerbio ti racconta la vita di oggi..... e di sempre

.

.

e' anche vero che nella vita di Citta' sommersi dai mille tromboni della televisione diventa difficile ricordare i Prowerbis ed anche festeggiare le antiche Date di Calendario

.....in Citta' non puoi nemmeno fare il Falo' per esempio mentre sara' facile casomai all'uso moderno partecipare a cerimonie memorabili con Banda e Bandiera alle Date giuste e sacrosante (almeno quello te lo lasciano ancora fare)

in qualsiasi Calendario le Date son sempre quelle

se invece volete fare una scampagnata fuori Citta' potete sempre organizzare con noi un fine-settimana riposante in una bella Cascina di Agriturismo della Lombardia e divertirvi anche senza la televisione:

(1) potete aggregarvi alla serata del sabato in compagnia oppure
(
2) potete anche arrivare prima e in tempo per la cena oppure
(
3) potete restare anche la notte fino a domenica il giorno dopo

il fuoco è bello d'inverno ma è bellissimo anche d'estate

[index][europa][stonehenge][villanoviana][milano][email][telefono]

nella nostra Cascina tipica trovate ricostruito sul prato (con pietre e paletti attorno al fuoco) un anello dei Prowerbi annuali che sincronizza il Calendario antico e memorizza tutte le Date secondo il Calendario moderno .....in modo da sapere esattamente in quale giorno di oggi cadeva un giorno di ieri

sotto il portico potrete misurare e confrontare schemi e modelli
dei prototipi preistorici (e la ricostruzione di oggetti medioevali) che
si trovano ancora oggi in Altaitalia e in mezza Europa
tipo quello conficcato per terra in Britannia (con pietre da 54 tonnellate) conosciuto come anello di Stonehenge e usato anticamente come prototipo (uno dei tre o quattro prototipi sul 51° Parallelo Nord) che sincronizzava comunque tardi tutti i
Calendari della Preistoria Europea

.

.

(schema della cascina-pilota)

il nostro modello in pietre (ricostruito valido per la datazione tipica che comprende una epoca dai seimila agli undicimila anni orsono) e' abbastanza grande e serve soprattutto per divertirsi in compagnia mentre i modelli piu' piccoli servono per istruirsi sul modo di sincronizzare calcolare ricordare e correggere la Data annuale tanto per sapere se e quando sbaglia il Prowerbio di ieri oppure sbaglia il Calendario di oggi

.

(foto aerea di Stonehenge)

di solito i promemoria del Calendario Preistorico e anche di qualsiasi altro Calendario si trovano DOVE si rivelano utili e utilizzabili (anche a Milano e in tutta l'Altaitalia) quindi si trovano vicino oppure sovrapposti a un luogo di mercato o a un luogo di decisione tipo una fiera o una chiesa o meglio ancora una assemblea governativa.....

fabbricarli nel bosco di Viggiu' o nel deserto del Sahara non avrebbe alcun senso per nessuna Societa' che deve lavorare tutti i santi giorni ogni anno per sopravvivere..... e tantomeno ha senso per un agricoltore che casomai ne ha bisogno sull'aia (o a due passi dalla sua Cascina) se poi deve dare ordini precisi ai suoi contadini per lavorare la terra che gli sta intorno

(mappa della Britannia)

per lo stesso motivo i Prowerbis indicano sempre effemeridi utili per TUTTA la Comunita'

.....dal momento che a nessuno serve conoscere la cosiddetta "levata eliaca" della stella Boh! nella costellazione Bah! quando al momento in cui si vedono le stelle TUTTI ovviamente sono a letto (visto che il giorno dopo bisogna levar su' alle cinque del mattino) mentre invece han sempre bisogno TUTTI di sapere (di persona e almeno una volta all'anno) quale e' il momento giusto per incominciare una giornata..... quella che conta (ogni anno) e lo vogliono sapere una volta per tutte .....una sola volta ogni anno

ovvero
almeno per incominciare la prima giornata di un mese o di una stagione o dell'anno intero: non fa molta differenza tra l'una e l'altra dal momento che se una e' sincronizzata giusta allora TUTTE le altre cascheranno nella loro Data giusta

(bella scoperta)

quel che conta (ora come allora) e' che nel sincronizzare TUTTA la Societa' sia scelto il luogo e il momento di partenza (una cosidetta ora-zero se vi pare) che abbia un senso compiuto per la intera Societa' e NON sia piuttosto la elucubrazione astrofisiologica del santone o del trombone di turno ammanicato colla nomenklatura o intellighenzia dell'ultima moda .....nessuno in quell'antica epoca lo avrebbe permesso

e questo vale ancora oggi a Greenwich ma valeva molto di piu' in una epoca di essenziali necessita' e volonta' come anche a Milano

vedete qua una foto dell'anello di Avebury dove ci han costruito case e strade all'intorno ed anche all'interno

(foto aerea di Avebury)

proprio per necessita' di uso comune i Calendari Preistorici sono sempre memorizzati con una serie di oggetti portatili (agende o libretti oppure bastoncini o sassi e scubi-duu secondo le epoche) in legno metallo pietra cuoio ed altro con incisioni o stampigliature

e vengono insegnati ai bambini (perche' poi diverranno adulti) con filastrocche facili da ricordare: difatti oggi viene insegnata la filastrocca del "30 conta Novembre, con April Giugno e Settembre, etcetera etc." che sincronizza l'attuale Calendario (quello Gregoriano) tutti gli anni con un Equinozio di primavera mentre.....

in un'altra epoca si insegnava "santa Lussiia pas d'una furmiia, Natal pas d'un gal, Pasqueta n'ureta, etcetera etc." che sincronizzava il precedente Calendario (quello Villanoviano) tutti gli anni con un Solstizio d'inverno ma sempre.....

in modo da sincronizzare ogni mese dell'anno tutti gli anni senza mai sbagliare i giorni di lavoro e di scuola e di festa e senza far "saltare" un affitto e lo stipendio oppure un matrimonio e una cambiale esattamente come si usa di solito

(stecca runica medioevale) (stecca runica moderna)

.

in pratica quando si costruisce un PROTOTIPO (evidentemente collocato sul 51° Parallelo Nord se si volessero marcare sia le effemeridi solari che quelle lunari) poi si possono sempre duplicare ovunque tutte o alcune delle sincronizzazioni piu' utili in qualsiasi ambiente locale o hinterland che capisce quel prototipo avendo magari partecipato alla sua costruzione (non per caso) sia per gli usi civili della propria Societa' (soprattutto e prima di tutto) che per puro divertimento o motivi cerimoniali vari che hanno a che vedere con la medesima Societa'

dice un Prowerbio:
"de matrimoni e de murtoori se cunuus el parentori"
incastonando in questo modo la vostra vita personale e di famiglia (cioe' creando una cronologia di vostre Date personali) nella vita della Societa' a cui appartenete con la vostra famiglia

questo particolare Prowerbio serve a sincronizzare la tua vita con la vita di famiglia e quindi a sincronizzare la tua famiglia con la Societa' cui appartiene: gli usi e costumi (cioe' i modi e le buone maniere) esistono proprio perche' esiste un hinterland di vita collettiva che tramanda se stessa collettivamente e per forza di cose ripetitivamente ovvero sul posto

non e' mai roba per alieni parvenu: qualsiasi Societa' gestisce soltanto se stessa..... perche' nessun sistema conserva il sistema degli altri

[index][europa][stonehenge][villanoviana][milano][email][telefono]

vedete qui sotto una mappa per l'epoca Preistorica in cui venne sincronizzato per l'ultima volta il nostro Calendario Villanoviano usato nella epoca del Rame del Bronzo del Ferro (finquando venne adottato il calendario Romano di Giulio Cesare) ma che proviene da altri calendari piu' antichi con altra sincronizzazione nella precedente epoca della Pietra

(cronologia preistorica recente)

e' evidente che ciascuno dei nove hinterland europei piu' antichi hanno avuto nella Preistoria un prototipo locale (cioe' il loro prototipo di Calendario piu' vicino alla vita del loro proprio posto) che e' necessariamente il duplicato del prototipo europeo "evidentemente noto a tutti in quella epoca" allestito poi definitivamente per TUTTI sia a Stonehenge che in altre localita' intorno al 51° Parallelo Nord ma non soltanto sulle isole Britanniche

difatti si notera' che mentre Stonehenge e' di epoca "tarda" ovvero viene costruito e usato e nuovamente sincronizzato fino anche a tutta l'epoca del Bronzo e a meno di 4.000 anni orsono.....

.....troviamo sempre nel medesimo piccolo hinterland del 51° Parallelo altri anelli (magari incredibilmente enormi come Avebury oppure Durrington Walls a due passi) che sono molto piu' antichi e vennero costruiti nel pieno delle epoche della Pietra con la precisione (evidentemente) che piu' tardi troveremo appunto perfezionata a Stonehenge .....ultimo prototipo della Preistoria

da qui non si scappa

prova vedere una mappa di dove sono in Europa i resti di tutti quei Calendari di pietra sopravvissuti alle distruzioni barbariche sia prima che dopo la fine dei Romani (dato che i Romani conservavano quasi tutto) e sopravvissuti anche alle moderne urbanizzazioni..... sia prima che dopo un normale (pfui!) piano regola(rizza)tore

vedete qui anche un elenco dei cerchi ed ellissi principali
tanto per capire come sono collocati i
Calendari preistorici delle Alpi e Altaitalia in relazione a tutti gli altri calendari di pietra

oggi sappiamo quasi per certo che l'ultima sincronizzazione di Avebury e' collocata a circa 5.300 anni prima dell'anno 2.000 ovvero guardacaso la istessa epoca in cui noi sincronizziamo per l'ultima volta il nostro Calendario Villanoviano su una ellisse di circa 360 metri proprio al centro della pianura Lombarda mentre la ultima sincronizzazione di Stonehenge risale all'anno 3.840 prima dell'anno 2.000 ma..... e' chiaro che la prima sincronizzazione di quel medesimo Calendario deve essere (molto) piu' antica

per esistere in quel momento bisognava averci pensato abbastanza tempo prima

vale a dire che [1] i piu' recenti Prowerbis indicano sempre una Effemeride che si trova al di la' della progettazione di Stonehenge (o altrimenti NESSUNO avrebbe mai potuto progettarlo) perche' la loro (attuale) precisione indica l'ultimo Perielio di 180° (precisi) a oltre 11.000 anni prima dell'anno 2.000 appena trascorso.....

mentre [2] i piu' antichi Prowerbis indicano sempre Effemeridi che si trovano molto al di la' dell'ultimo massimo glaciale il quale viene indicato oggi tra i 22.000 e 30.000 anni fa e sicuramente sono stati progettati durante il periodo interglaciale precedente a L'ultimo Glaciale Massimo perche' la loro (attuale) precisione poteva essere certificata (nel nostro hinterland) soltanto da un orizzonte completamente sgombero dai ghiacci

anche da qui non si scappa

.

.

[index][europa][stonehenge][villanoviana][milano][email][telefono]

va da se' che questa sincronizzazione vale per i duplicati di quel prototipo che ritroviamo in Altaitalia e su tutte le Alpi nostre ovvero nel hinterland che va sempre dalle Bocche del Rodano al Reno al Danubio alla Drava e a tutto il Quarnero (come altra sincronizzazione puo' valere negli hinterland della Toscania o della Sardegna etcetera etc. ma non ne parliamo qui)

vedete ora qua sotto dov'era (e dove e' ancora oggi come allora) l'anello di Calendario nella Milano preistorica

come ad Avebury oggi diremmo che..... ci abbiamo costruito abbondantemente sopra (molte volte questa e' la regola) ovvero ri-vediamo sulla normale mappa di Milano DOVE e' collocato il nostro antichissimo duplicato di quel prototipo preistorico

in questa mappa e' evidente l'allineamento delle due ellissi in direzione delle Ore zero-zero di Calendario: essendo progettate in tandem esse possono avere un solo allineamento possibile.....

necessariamente verso l'uno oppure l'altro dei punti che stanno al centro dei due cerchi (oppure i due sincronizzatori non saranno mai sincronizzati fra di loro) e su quella linea DEVE essere misurato il preciso levare oppure tramontare (o anche il mezzogiorno del sole se vi piace) nella giornata canonica una volta all'anno secondo l'uso preistorico

e siccome questa linea si trova tra nordest e sudovest allora e' giocoforza indirizzata verso un tramonto del Solstizio d'inverno (a sudovest) perche' nell'altra direzione (a nordest) il sole dovrebbe sorgere dietro il Resegone..... che va anche bene ma poi non lo potremmo vedere a rasoterra ovvero al limite della curvatura terrestre (che e' d'obbligo in una corretta misurazione) come difatti si vede benissimo verso sudovest all'altro lato dell'allineamento dove esso indica la nostra Lomellina piatta come un ferro da stiro

(cronologia alle origini del solstizio d'inverno)

come si puo' misurare anche a Stonehenge oggi il Sole tramonta piu' a destra sull'allineamento della nostra ellisse preistorica e quindi sapremo dalle effemeridi quale sia l'epoca (antichissima) di quel Tramonto al Solstizio d'inverno ma per intanto dobbiamo riconoscere quanto sia esteticamente notevole l'aver progettato decentrate (ovvero in tandem) le due ellissi di Calendario a Milano

tanto di cappello ai nostri Antenati Villanoviani

come in altri calendari preistorici ricostruiti all'aperto dopo l'ultimo massimo glaciale anche a Milano le ellissi sono almeno due..... non necessariamente sovrapposte come quelle di Stonehenge (piu' tardo) ma piuttosto decentrate come quelle (piu' antiche) di Avebury oppure di Thornborough o quelle piu' celebri di Tara nel paesaggio irlandese

una ellisse contiene la configurazione dell'edificio matematico e l'altra ellisse contiene l'edificio cerimoniale mentre il luogo dei due anelli (e dei traguardi che essi indicavano) viene oggi rivelato dal tracciato urbanistico della Citta' dove le distruzioni barbariche e le successive costruzioni romane non hanno completamente spianato e distrutto casa nostra

la traccia dei due anelli poi sopravvive anche alle successive costruzioni medioevali che non erano certo progettate con intenzioni "circolari o ellittiche" notevoli ma crescevano quasi a casaccio rispettando solo una urbanizzazione essenziale oggi indicata dalle chiese piu' antiche (orientate verso Gerusalemme) insieme alle costruzioni difensive contro i piu' furbi (sono ancora laggiu' da vedere belle e perfette) vale a dire che nel Medioevo nessuna ellisse urbanistica viene immaginata da nessuno..... a parte Leonardo che difatti disegna Milano con grandi cerchi d'inchiostro

.

.

proprio il fatto che i costruttori medioevali ignorino queste ellissi dimostra che le loro costruzioni crescono senza creare quelle ellissi..... cioe' se le trovano gia' sul posto

esse non sono certo di epoca romana o medioevale ma sono gia' sul posto da sempre e i costruttori vi costruiscono semplicemente sopra .....oppure sui loro bordi senza toccare una stradina o un antico solco semplicemente perche' essi stessi insieme alla popolazione usavano di regola quella stradina ogni giorno .....ovvero la lasciavano sul posto per inerzia conservando quindi la esistenza della strada e del solco che usavano per necessita' tutti i santi giorni

difatti sono ancora laggiu' per semplice inerzia .....se non ci fosse stato un solco o qualsiasi altro accidente "ellittico" nessun costruttore medioevale avrebbe mai costruito casette e viette coi muri "tondi" per rispettare una qualsiasi stradina o presunta ellisse (per essi divenuta oramai incomprensibile) proprio laggiu' dove la ritroviamo adesso

in pratica nell'ultimo millennio di espansione urbanistica non costava nulla costruire sopra un solco o un sentiero dal momento che da duemila anni nessuna autorita' governativa pretendeva il rispetto di quei pochi metri ellittici e calpestabili .....che le costruzioni lasciavano normalmente in disparte (cioe' in uso) perche' la popolazione se ne serviva da sempre come abituale camminamento stretto fra le medesime costruzioni

onde per cui se mancasse qualsiasi certezza "storica" che preceda l'arrivo dei barbari e confidando soltanto sulla nostra inerzia .....OGGI abbiamo gia' una certezza: perche' QUANDO esiste una inerzia qualsiasi allora sappiamo esattamente dove esiste (ma sarebbe meglio dire quando esiste) il suo baricentro ovvero le sue (antichissime) origini

da qui non si scappa

.

.

tra l'altro i due anelli dimostrano anche il perche' (in epoca recente) la sede del Governo di Città (e di tutto il nostro hinterland) venne collocato tra il Broletto e l'attuale Cordusio..... in pratica per inerzia (visto che comandava qualcun altro) ma NON certo a caso perche' da diversi millenni dentro quella ellisse si facevano assemblee governative e cerimonie di interesse collettivo come i matrimonii e i funerali

la dimensione di questo edificio matematico ovvero il nostro anello piu' piccolo (360 metri) e' molto simile alle "grandi" dimensioni di Avebury (420 metri) e di Durrington (500 metri) intorno al 51° Parallelo Nord e.....

anche se la nostra ultima sincronizzazione e' recente (ovvero per così dire Villanoviana dal momento che giocoforza quella del Bronzo e' l'ultima ad arrivare fino a noi) si tratta certamente di una ellisse che esisteva all'epoca di quei due antichissimi Prototipi (alla veneranda età della Pietra) dal momento che in epoca successiva essa sincronizzazione avrebbe potuto essere soltanto un duplicato del "nuovo" Stonehenge (110 metri) che pero' risulterebbe di ellisse mooolto piu' piccola

(dimensioni di Stonehenge)

ma..... non ce l'abbiamo un Calendario Preistorico piu' piccolo: perche' non abbiamo mai visto l'epoca successiva

le campagne e le Citta' vennero devastate e l'agricoltura resa impossibile dalla razzia e dal saccheggio..... santuari come Avebury e Stonehenge in Britannia come poi in Altaitalia a Este e Luni e Golasecca e Milano vennero incendiati ed abbattuti mentre il contado resto' un deserto

comunque loro non sono riusciti ad annientarci e noi siamo riusciti a sopravvivere lo stesso per piu' di tremila anni anche se abbiamo dovuto cambiare molte cose

vedi qui con le parole del nostro Carlo Cattaneo cosa e' successo

"Erano già corsi seicento anni dai primordi dell'era etrusca, e mancavano ancora altretanti ai primordi dell'era cristiana, quando una grave e durevole calamità fermò il corso del nostro incivilimento, e differì di quattro secoli lo sviluppo dell'intelligenza umana fra noi.

Prima che la consuetudine colle città etrusche avesse terminato d'ingentilire i circostanti aborigeni, cominciò ad inoltrarsi fra noi un altro principio sacerdotale, che dalle arcane sue sedi nell'Armorica e nelle Isole Britanniche dominava vastamente una famiglia di nazioni, varie di lingue e d'origine, ma tutte simili nell'inculto costume, e comprese dagli antichi sotto il nome di Celti."

e' il capitolo 11 di Notizie Naturali e Civili su la Lombardia pubblicate nel 1844 in occasione del Congresso Scientifico che si sarebbe tenuto a Milano successivamente: ma visto il successo del primo volume (una veloce Storia della Lombardia incredibilmente completa) gli austriacanti e gli Austriaci ingrulliti riescono ad impedire la pubblicazione del secondo volume..... pero' come tutti gli altri barbari dovranno andarsene (a calci) con la Splendida Piccola Guerra delle Cinque Giornate di Milano nell'anno 1848

poi ritorneranno impunemente ma saranno ricacciati definitivamente nell'anno 1859

vedi qua la mappa di Milano con il panorama allegato al libro del 1844

com'era prevedibile
costoro pretendono
oggi di essere addirittura i fondatori della nostra Citta' dal momento che avendola distrutta (loro) col ferro e col fuoco..... voglion farci credere d'averla ricostruita a modo loro: in pratica vogliono esserne sempre padroni come fan tutti quelli che (colle armi tra capo e collo) vanno a casa degli altri senza essere invitati da nessuno

la verita' invece e' che la nostra Civilta' dell'epoca (detta "golasecchiana" dal nome dei primi ritrovamenti a Golasecca presso il Ticino) venne messa in ginocchio proprio dalle incursioni barbariche come e' tipico dei distruttori contro gli agricoltori ovunque nel Mondo

non avendo una coscienza "nazionale/territoriale" vanno ovunque ci siano ricchezze (degli altri perche' loro giocoforza non ne producono) a fare i parassiti dove sara' qualcun altro che zappa la terra

ma sempre alla fine sono i contadini (gli aborigeni) quei che rimangono sul posto dopo la buriana.....

anche gli Americani hanno spianato Germania e Giappone coi bombardamenti a tappeto nella seconda Guerra Mondiale ma..... i Giapponesi e i Tedeschi son sempre laggiu' e gli Americani non li hanno certo sostituiti..... ci vuole ben altro per annientare le popolazioni del posto

vale a dire che i costruttori-ricostruttori delle Citta' possono essere soltanto quelli che le vivono (essendo la loro patria) e non quelli che le odiano (essendone alieni e distruttori)

di sicuro
lo vediamo nei reperti archeologici saltati fuori dagli scavi per le linee metropolitane nel centro di Milano: la stratificazione dei livelli ritrovati sottoterra a circa
sei metri (6) di profondita' ovvero almeno due metri (2) sotto al pavimento delle cantine mostra gli strati di Golasecca (circa 4/5 secoli aevac) che stanno sotto agli strati dei Romani (circa 1 secolo aevac) mentre tutti i reperti dei barbari (che dovrebbero trovarsi fra questi due) sono stati classificati nel linguaggio geologico "fuori contesto" mancando negli strati il loro livello d'uso o traccia di costruzioni.....

vale a dire che i loro reperti si trovano mescolati ad uno strato che non e' il proprio (il quale e' inesistente) e questo dimostra benissimo quanto i barbari anche a quell'epoca (non) siano stati in grado di lasciare piu' di tanto un segno quaggiu'

pero' gli astrologi
che indagano la scienza dei "druidi" insistono che proprio il centro della Citta' sia accoccolato sopra una
montagnetta oppure "oppidum" a 120/122 metri sul livello del mare (!?) ma..... se il geologo scava sei metri (6) sotto al piano di campagna per raggiungere lo strato di indagine sara' evidente che 121-6=115 metri e la montagnetta non c'e' piu' .....a CHI sarebbe servito un oppidum?

bastera' confrontare le quote altimetriche della mappa archeologica pubblicata dal Museo Archeologico di Milano con la mappa geologica pubblicata dal Servizio Geologico d'Italia o di altro Servizio (!) per rendersene conto

nella nostra mappa per necessaria semplicita' abbiamo indicato soltanto alcuni (pochi) riferimenti di sincronizzazione nel Calendario annuale che pero' possono essere facilmente completati da voi confrontando le piazze e le vie su una carta di precisione (topografica) eppoi collocando sulla Data dei Prowerbis (compreso l'intermedio fra un riferimento e l'altro) i vari Azimut che misurano la distanza fra i giorni/ore/minuti/secondi per ogni mese di Calendario tenuto conto della distanza oraria da Greenwich e.....

beninteso per ogni mese di Calendario preistorico (!)
che e' sopravvissuto (sia pure come relitto e rottame o monumento linguistico) senza essere necessariamente sincronizzato con il volgare Calendario di oggi ma piuttosto sincronizzato colle effemeridi inossidabili di sempre

e chiaramente oggi non ti serve nemmeno piu' (!)
mentre gli e' rimasto incastonato casomai un valore soltanto
simbolico culturale turistico storico didattico estetico etcetera etc. ed anche utile per comunicare o aggregare (come da sempre) piuttosto che strutturare e gestire il Tempo..... o altrimenti sarebbe come andare alle corse di Monza con un cronometro a tracolla per misurare i secondi con il pollice quando loro misurano i tempi infinitesimali con un trasmettitore elettronico dentro il muso delle auto (embeh!)

ovviamente noi non ci diamo per vinti:
nella nostra Cascina-pilota TUTTO va ancora a carbonella

ne riparliamo di persona attorno al fuoco

.

[index][europa][stonehenge][villanoviana][milano][email][telefono]


.

.
Milano/Mailand
TMEC ora media dell'Europa Centrale
Ora di Zara
il nostro orologio e' in prova - verificate che sia anche in pari
si noti che la indicazione AM significa Ore Anti Meridiane
viceversa PM significa Ore Post Meridiane
.

.

[index][europa][stonehenge][villanoviana][milano][email][telefono]

calligrafia/ortografia riveduta e corretta lunedì 14 otober 2013
(fateci sapere se ci sono altre correzioni da fare)

.

   
pagina 1
pagina
di entrata

sito ufficiale del Centro Studi Altaitalia ( Archivio dell'Altaitalia ) Milano
Telefono mobile: 33.91.28.71.27 (direttore delegato: Mario Venturini)
destinato alla conservazione degli usi tradizionali di Milano e Lombardia (Nome e Marchio Registrato nel Gennajo 1989)
--------------------------------------------------------------------------
copyright © 2009 altaitalianationalarchives.eu a cura di Eugenio Mario Venturini
questa pagina ed ogni sua singola parte si può fotocopiare lasciando inalterata la scritta di Copyright ma a norma della Legge sul Diritto d'Autore non la si può mai riprodurre a stampa o su cd/dvd e non la si può riprodurre nei siti internet senza il consenso scritto (e nel caso anche gratuito) dell'Autore

 .
 .
 .

Pagine [1][2][3][4][5][6][7][8][9][10][11][12][13][14][15][16][17][18][19] tornare in testa a questa pagina o alla pagina-indice

.